Collabora
Servizio civile

Servizio civile

Ami il confronto multiculturale?

Riconosci nell'altro una risorsa e non un ostacolo?

Vuoi vivere un'esperienza dove incontri culture, lingue, religioni diverse ma non lontane?

atas Scegli ATAS onlus per il tuo progetto di Servizio Civile: è il luogo giusto per metterti in gioco e crescere culturalmente e professionalmente!



IL SERVIZIO CIVILE



Il servizio civile, a livello nazionale e provinciale, è un'opportunità offerta ai giovani e alle giovani tra i 18 e i 28 anni per sperimentare un'esperienza educativa, utile anche a imparare un mestiere, per mettersi alla prova e crescere in un tempo difficile come è quello attuale. Il Servizio civile rimane in ogni caso una forma di cittadinanza attiva e di assunzione di responsabilità verso la comunità da parte dei/delle giovani.
Per partecipare al servizio civile è necessario attendere l'apertura degli appositi bandi (nazionali e/o provinciali). In quel momento ciascun/a giovane interessato/a potrà conoscere i requisiti richiesti, le modalità di partecipazione e tutti i dettagli dei progetti a bando.
In Trentino puoi trovare sia il Servizio Civile Nazionale che il Servizio Civile Universale Provinciale I bandi di servizio Civile Nazionale, di norma, vengono aperti una volta all'anno alle candidature dei giovani e la durata del progetto è annuale, mentre il Servizio Civile Universale Provinciale (Garanzia Giovani o Ufficio Provinciale), offre più turni nell'arco dell'anno. La durata del progetto varia da un minimo di 3 mesi a un massimo di 12 mesi e ogni giovane può partecipare a più progetti, fino ad un massimo di 12 mesi complessivi. Per entrambi l'impegno richiesto è di circa 30 ore settimanali o 1400 annue su 5 o 6 giorni, per il quale il giovane riceve un compenso di 433,80 euro mensili e a fine servizio il rilascio di un attestato di partecipazione.




PROGETTI IN CORSO



Servizio Civile Universale Provinciale
Collaborando: empowerment e relazioni per la ricerca del lavoro.






Giovane coinvolta: Margherita Catalfamo

Graduatoria dei giovani valutati idonei per il progetto: Collaborando: empowerment e relazioni per la ricerca del lavoro – luglio 2017-agosto 2018 (Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)

CognomeNomeIdoneoSelezionatoPunteggio
CATALFAMOMargheritaSiSi28


La graduatoria è stata redatta sulla base di requisiti oggettivi e della valutazione attitudinale in sede di colloquio.
ATAS onlus ringrazia tutti/e i/le partecipanti, al di là dell'esito della selezione; ogni partecipante è stato/a apprezzato/a per la sua unicità e per il suo percorso di studio e di vita.


Bando



Sono aperte le candidature per il progetto di Servizio Civile Universale Provinciale Collaborando:empowerment e relazioni per la ricerca del lavoro con partenza 1 luglio 2017 per una durata di 12 mesi.

Con questo progetto Atas intende potenziare il servizio di orientamento al lavoro rivolto agi ospiti della Residenza Brennero, struttura per l'accoglienza straordinaria di persone richiedenti asilo che accoglie 72 giovani tra i 17 e i 21 anni supportandoli nella ricerca attiva del lavoro.

Allo stesso tempo, propone ai/alle giovani in Servizio Civile la possibilità di agire attivamente nell'ambito dell’accoglienza straordinaria delle persone richiedenti asilo e di sviluppare conoscenze e copetenze nella gestione di gruppi di empowerent e strumenti per la ricerca attiva del lavoro e lo sviluppo delle competenze personali.

I requisiti essenziali sono l’età compresa tra i 18 e i 28 anni compiuti e non avere mai prestato Servizio Civile in nessuna delle modalità possibili (SCN, SCUP_PAT, SCUP_GG).

Prima di presentare domanda ad Atas è necessario presentare la domanda di adesione sul sito del Servizio Civile Universale Provinciale.

La domanda di partecipazione al progetto (con allegata copia di documento di identità e CV) deve essere presentata ad Atas dal 10 al 31 maggio 2017 attraverso consegna a mano in sede a Trento in via Lunelli, 4 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 (8°piano), spedizione postale (raccomandata a/r ad ATAS onlus – Via Lunelli, 4 – 38121 Trento) oppure via mail a info@atas.tn.it (in copia federica.arsie@atas.tn.it)

Per maggiori informazioni di carattere generale sul bando SCUP – PAT consulta questa pagina.

Consulta la scheda di sintesi del progetto Collaborando:empowerment e relazioni per la ricerca del lavoro. Per informazioni relative al progetto di Atas contattaci direttamente:federica.arsie@atas.tn.it – 348 9943959.



Servizio Civile Universale Provinciale
Ergonauti reloaded: accompagnare alla ricerca del lavoro






Giovani coinvolte: Elena Bizzi e Ottavia Refatti

Graduatoria dei giovani valutati idonei per il progetto: Ergonauti reloaded: Accompagnare alla ricerca del lavoro – maggio 2017-aprile 2018
(Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)


CognomeNomeIdoneoSelezionatoPunteggio
BIZZIElenaSiSi29
REFATTIOttaviaSiSi29
PANCHERIIreneSiNo28
MANZOUmbertoSiNo27
MICIErindaSiNo26
BALSANOAnnaSiNo25,5
ZARKOVICLidijaSiNo23,5
CANFORAIsabellaSiNo20,5
NASKAEraldaSiNo20
OUATTARAAbdoul K.SiNo19,5
RONCONEGiulioSiNo0


La graduatoria è stata redatta sulla base di requisiti oggettivi e della valutazione attitudinale in sede di colloquio.
ATAS onlus ringrazia tutti/e i/le partecipanti, al di là dell'esito della selezione; ogni partecipante è stato/a apprezzato/a per la sua unicità e per il suo percorso di studio e di vita.


Bando



Sono aperte le candidature fino al 31 marzo per il progetto di Servizio Civile Universale Provinciale Ergonauti reloaded: accompagnare alla ricerca del lavoro con partenza il 1 maggio 2017 per una durata di 12 mesi.

Con il progetto Atas intende offrire, per il terzo anno, un supporto nella ricerca del lavoro alle persone che si rivolgono allo sportello quotidiano e agli ospiti dei propri alloggi, soprattutto cittadini di origine straniera. Allo stesso tempo, propone ai e alle giovani in Servizio Civile la possibilità di agire attivamente nell'ambito del lavoro sociale e sviluppare conoscenze, esperienze e competenze, nonché strumenti per la ricerca attiva del lavoro.

I requisiti essenziali sono l’età compresa tra i 18 e i 28 anni compiuti e non avere mai prestato Servizio Civile in nessuna delle modalità possibili (SCN, SCUP_PAT, SCUP_GG).

Prima di presentare domanda ad Atas è necessario presentare la domanda di adesione sul sito del Servizio Civile Universale Provinciale.

La domanda di partecipazione al progetto (con allegata copia di documento di identità e CV) deve essere presentata ad Atas dal 10 al 31 marzo 2017 attraverso consegna a mano in sede a Trento in via Lunelli, 4 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 (8°piano), spedizione postale (raccomandata a/r ad ATAS onlus – Via Lunelli, 4 – 38121 Trento) oppure via mail a info@atas.tn.it (in copia mattia.tavernini@atas.tn.it).

Per maggiori informazioni di carattere generale sul bando SCUP – PAT consulta questa pagina.

Consulta la scheda di sintesi del progetto Ergonauti sito di Atas o del SCUP.
Per informazioni relative al progetto di Atas contattaci direttamente: mattia.tavernini@atas.tn.it – 0461 263330 – 346 7536936.



Servizio Civile Nazionale
AAA: Accoglienza, Accompagnamento, Attivazione cercasi






Giovani coinvolti: Matteo Carbonaro, Francesco Trotter, Ajana Henriques

Graduatoria dei giovani valutati idonei per il progetto: AAA: Accoglienza, Accompagnamento, Attivazione cercasi – ottobre 2016-settembre 2017
(Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)


CognomeNomeIdoneoSelezionatoPunteggio
CARBONAROMatteoSiSi57
TROTTERFrancescoSiSi56.5
BATTAGLIADeniseSiSi56
FORMISANOStefaniaSiNo55.5
HENRIQUESAjanaSiNo46
DECARLISaraSiNo43


ATAS onlus ringrazia tutti/e i/le partecipanti, al di là dell'esito della selezione.


Bando



Con il progetto AAA: Accoglienza, Accompagnamento, Attivazione cercasi, ATAS onlus vuole promuovere una cultura dell'accoglienza e l’inclusione sociale e l’integrazione di migranti e persone in situazione di vulnerabilità attraverso attività di accompagnamento, di attivazione della comunità e di comunicazione.

Le attività previste dal progetto si muovono lungo tre direttrici: accogliere, accompagnare, attivare le persone seguite e la comunità e si integrano e supportano a vicenda. In particolare:

Accompagnare l'ospite dal momento in cui la persona entra nell’alloggio gestito da ATAS onlus e per tutta la permanenza nell'alloggio. L’accompagnamento getta le basi di una positiva convivenza all’interno dell’alloggio, del condominio e del territorio con azioni quali: Sostegno nella gestione dell’alloggio; Sostegno nell’inserimento nel contesto abitativo; Mediazione dei conflitti; Accompagnamento con/ai servizi del territorio

Accompagnare nella ricerca lavoro per rendere autonomi gli ospiti e gli utenti nella ricerca di un impiego, munendoli di strumenti conoscitivi e relazionali idonei all'inserimento nel mondo del lavoro.

Accompagnare e attivare nella/la comunità con azioni per la partecipazione delle persone seguite alle iniziative del contesto abitativo e del quartiere, ad attività di volontariato, nelle associazioni locali e per supportare l’organizzazione di iniziative di condominio o di quartiere.

Attivare il territorio attraverso l’utilizzo di diversi strumenti di comunicazione per offrire alla comunità locale informazioni, possibilità di approfondimento e confronto rispetto al fenomeno migratorio e alla situazione delle persone in situazione di vulnerabilità.

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

- cittadini italiani; cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea; cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;

- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.


È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile. La domanda deve essere indirizzata ad ATAS onlus e pervenire entro e non oltre le ore 14.00 dell'8 luglio 2016.

La domanda di partecipazione può essere scaricata sul sito del Servizio Civile Nazionale (Allegato 2 e 3).

La domanda dovrà essere presentata nella nuova sede di Atas in Via Lunelli, 4 - Trento Nord. I colloqui di selezione si terranno nella settimana successiva.

Per maggiori informazioni di carattere generale sul servizio civile nazionale consulta la pagina internet del Servizio Civile Nazionale.

Per questioni e richieste relative al progetto di ATAS onlus contattaci via mail (valentina.iseppi@atas.tn.it) o telefonicamente 0461/263330. Se i telefoni fossero scollegati per motivi tecnici legati al trasferimento nella nuova sede potete contattarci al 342/5049318.

Leggi la sintesi del progetto:
...leggi

Servizio Civile Universale Provinciale
Ergonauti: accompagnare alla ricerca del lavoro






Giovani coinvolti: Clarissa D’Alberto e Gbetogbe Akossiwa Kékéli

Graduatoria dei giovani valutati idonei per il progetto Ergonauti: accompagnare alla ricerca del lavoro - giugno 2016-maggio 2017
(Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)


CognomeNomeIdoneoSelezionatoPunteggio
D'ALBERTOClarissaSiSi28/28
GBETOGBEAkossiwa K.SiSi25/28
FOUANATSoumiaSiNo24/28
PERGHERFedericaSiNo24/28
HENRIQUESAjanaSiNo23/28
ALOUANIAdelSiNo22/28
TAUFERSilviaSiNo22/28
ANGRISANIDeborahSiNo19/28
PAOLIGiadaMoNo
VASCONCELOSNicholasNoNo
YAPIAudrey C.NoNo


ATAS onlus ringrazia tutti/e i/le partecipanti, al di là dell'esito della selezione; ogni partecipante è stato/a apprezzato/a per la sua unicità e per il suo percorso di studio e di vita.

Bando



Con il progetto Ergonauti: accompagnare alla ricerca del lavoro, ATAS onlus offre un supporto nella ricerca del lavoro alle persone che si rivolgono allo sportello quotidiano e agli ospiti degli alloggi di ATAS onlus, soprattutto cittadini di origine straniera, e offre ai/alle giovani in servizio civile la possibilità di agire attivamente nell'ambito del lavoro sociale e sviluppare conoscenze, esperienze e competenze, nonché strumenti per la ricerca attiva del lavoro.
Requisiti essenziali sono l'età compresa tra i 18 ai 28 anni compiuti e non avere mai prestato Servizio Civile in nessuna delle modalità possibili (SCN, SCUP_PAT, SCUP_GG).

Prima di presentare domanda all'ente è necessario presentare la domanda di ammissione allo SCUP seguendo le modalità descritte qui.
Per partecipare al progetto NON bisogna obbligatoriamente essere iscritti a Garanzia Giovani, chi tuttavia è iscritto decade dal programma GG.
La domanda di partecipazione a Ergonauti (con allegata copia di documento di identità e CV) deve essere presentata ad ATAS onlus dall'8 al 28 aprile 2016 nei seguenti modi:
- Consegna a mano in sede a Trento (ATAS onlus - Via Madruzzo, 21; lun/ven 9.00-12.00)
- Spedizione postale (raccomandata a/r ad ATAS onlus - Via Madruzzo, 21 - 38122 Trento)
- Via mail (info@atas.tn.it).
Il modulo di partecipazione permette di indicare due progetti. Nel caso vengano scelti due progetti, si deve indicare l'ordine di preferenza. I progetti indicati devono essere della stessa tipologia, ovvero entrambi SCUP_PAT. Lo stesso modulo con le due opzioni va consegnato ad entrambi i soggetti proponenti. È' comunque possibile scegliere un unico progetto a cui aderire.
Ergonauti parte il 1 giugno 2016 per una durata di 12 mesi.
Per maggiori informazioni di carattere generale sul bando SCUP - PAT consulta la pagina del Servizio Civile Universale Provinciale.
Per questioni e richieste relative al progetto di ATAS onlus contattaci direttamente via mail (mattia.tavernini@atas.tn.it) o telefonicamente 0461/263330.
Leggi la scheda di sintesi del progetto Ergonauti:
Leggi il pdf dettagliato



PROGETTI CONCLUSI



Servizio civile nazionale
AGORA’: Relazioni e cittadinanza attiva nella comunità





Giovani coinvolti: Thomas Tonola, Valentina Port, Radia Elbouhali, Francesca Thompson

Graduatoria dei giovani valutati idonei per il progetto Agorà: relazioni e cittadinanza attiva nella comunità - settembre 2015-agosto 2016
(Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio nazionale per il servizio civile)


CognomeNomeIdoneoSelezionatoPunteggio
TONOLAThomasSiSi63
PORTValentinaSiSi60
ELBOUHALIRadiaSiSi58,5
MULINARIJessicaSiNo58
THOMPSONFrancescaSiNo53,75
SEPIELLIRosa MariaSiNo52,25
CUELAdelaideSiNo50,25
YARMAHMOUDIMasoudSiNo50
CIATTOGiadaSiNo49,5
BISESTICamillaSiNo46,5
SANELanding Ben SalamSiNo38,5


Bando



Con il progetto AGORA’:relazioni e cittadinanza attiva nella comunità , ATAS onlus vuole contribuire apromuovere un contesto di comunità capace di sostenere attivamente forme di accoglienza, integrazione, inclusione, accompagnamento e inserimento (sociale, abitativo e anche lavorativo), anche attraverso la valorizzazione delle persone in situazione di fragilità come risorse nello stesso sviluppo delle relazioni di comunità.

Nel perseguire questo obiettivo saranno anche sperimentate competenze e metodologie innovative di approccio e gestione nella cura delle fragilità di carattere pro-attivo e pro-sociale, che implica il coinvolgimento e la cura dei processi non solo verso le persone vulnerabili, ma verso lo stesso contesto di comunità. Le attività dei/delle giovani prevedono, da un lato la  promozione direlazioni positive e generative nei contesti abitativi che accolgono ospiti di ATAS onlus e in particolare: la costruzione di un quadro di bisogni e di risorse in alcuni contesti abitativi dove sono situati gli alloggi di ATAS;la cura delle relazioni e valorizzazione dellerisorse; il supporto alla costruzione di una dimensione di rete formale della comunità. Dall'altra i/le giovani saranno coinvolti nella promozione di percorsi di autonomia degli ospiti di ATAS onlus in condizione di fragilità sociale, basati sulla costruzione di una dimensione relazionale di prossimità e sulla progettazione individualizzata del percorso per l'inclusione sociale. Infine, si cercherà di promuovere conoscenza e consapevolezza rispetto alla realtà e alle problematiche delle migrazioni e della convivenza attraverso l'organizzazione di eventi pubblici di sensibilizzazione, la gestione e lo sviluppo degli strumenti di comunicazione di ATAS onlus.

Chi può partecipare al progetto

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della  domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti: - cittadini dell’Unione europea; - familiari dei cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; - titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; - titolari di permesso di soggiorno per asilo; - titolari di permesso per protezione sussidiaria; - non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile. La domanda deve essere indirizzata ad ATAS onlus e pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 23 aprile 2015.

Per maggiori informazioni di carattere generale sul servizio civile nazionale consulta la pagina internet:

www.serviziocivile.gov.it .

Per questioni e richieste relative al progetto di ATAS Onlus contattaci direttamente via mail (valentina.iseppi@atas.tn.it) o telefonicamente 0461/263330.

 Leggi la sintesi del progetto:

...leggi


Servizio Civile Universale Provinciale - Garanzia Giovani
Diogene e la lampada MetaLavoro





Giovani valutati idonei per il progetto Diogene - giugno 2015-febbraio 2016
(Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)


CognomeNomeIdoneoSelezionato
DallabonaSerenaSiSi
Stefo AnaSiSi


Bando

Con il progetto Diogene e la lampada MetaLavoro: attivarsi alla ricerca del proprio posto, ATAS onlus intende promuovere la piena cittadinanza di persone in situazione di difficoltà lavorativa, e in particolare degli utenti o ospiti di ATAS onlus, che sono soprattutto cittadini immigrati, attraverso un sostegno alla ricerca del lavoro. Inoltre, il progetto offre ai/alle giovani in servizio civile esperienze, competenze e strumenti per "cercare il proprio posto" nella comunità e nel mondo del lavoro.
In particolare, i/le giovani potranno agire attivamente nel lavoro sociale e in quest'ambito sviluppare conoscenze, esperienze e competenze, nonché strumenti per la ricerca attiva del lavoro.

Il progetto costituisce per i/le giovani un'esperienza interculturale, che permette di: conoscere meglio se stessi e le proprie capacità e aspirazioni (anche grazie all'attività di accompagnamento alla ricerca lavoro a favore di utenti e ospiti); mettere in pratica le proprie conoscenze, capacità, competenze; poter confrontarsi con l'OLP e gli operatori per riflettere sulle attività intraprese in relazione agli utenti e ospiti, sull'impatto emotivo, imparare facendo; conoscere le difficoltà e complessità legate ai percorsi migratori e all'inserimento sociale e occupazionale di queste persone; conoscere anche le altre attività di ATAS onlus: housing sociale, richiedenti asilo, CINFORMI, progetti innovativi di sviluppo di comunità (INTEREST) e di nuove modalità di percorsi di inclusione delle donne in situazione di vulnerabilità (progetto Dialoghi in Salute); acquisire conoscenze, informazioni e strumenti per la ricerca attiva del lavoro (attraverso gli accompagnamenti, la formazione, gli incontri di gruppo, la realizzazione della miniguida); acquisire e sviluppare conoscenze e competenze professionali relative al lavoro sociale; acquisire e sviluppare competenze trasversali relazionali, comunicative, interpersonali con particolare attenzione ai migranti e alle fasce più deboli popolazione.

Per maggiori informazioni di carattere generale sul bando SCUP - garanzia giovani consulta la pagina internet SCUP.
Il termine per la presentazione delle domande è lunedì 11 maggio 2015. Il progetto parte il 1 giugno 2015 per 9 mesi.

Per questioni e richieste relative al progetto di ATAS onlus contattaci direttamente via mail (valentina.iseppi@atas.tn.it) o telefonicamente 0461/263330.




Servizio civile nazionale
Il filo di Arianna: tessere relazioni per migliorare l'Abitare nel carcere e sul territorio






Giovani coinvolti: Giovani coinvolti: Martina Zandonai, Linda Bertoncelli, Ana Lucia Aroca Pulido.



Graduatoria dei giovani valutati idonei per il progetto - gennaio 2014-dicembre 2014
(Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)


CognomeNomeIdoneoSelezionatoPunteggio
ZANDONAIMartinaSiSi59
BERTONCELLILindaSiSi55
ZANDONAIMartinaSiSi59
DE MAREPaoloSiSi54,5
AROCA PULIDOAna LuciaSiNo52,25
LUBRANOVittorioSiNo52,25
MARINIValentinaSiNo52
STEFENELLILucaSiNo51,5
PUPPIMartinaSiNo51.25
PIGNALOSALeonardoSiNo50
IACHINIFrancescaSiNo49
VALENTINIAlessandraSiNo49
CHIUSOLEFedericaSiNo48
MONGE HERNANDEZRandall LeonellSiNo46,5



Bando





Con il progetto " Il filo di Arianna: tessere relazioni per migliorare l'Abitare nel carcere e sul territorio", ATAS Onlus intende favorire una convivenza pacifica sul territorio e facilitare il processo di integrazione della popolazione straniera, in particolare di soggetti in situazione di fragilità sociale quali richiedenti asilo, senza dimora, genitori separati, donne vittime di violenza, detenuti. Più nello specifico, il progetto vuole migliorare le condizioni dell'Abitare delle persone svantaggiate in carcere e negli alloggi di ATAS Onlus, due ambienti abitativi molto diversi ma nei quali si possono riscontrare alcune problematiche comuni connesse alla condivisione degli spazi. Se si ritiene fondamentale facilitare la coabitazione all'interno degli spazi abitativi è altresì essenziale sostenere la creazione di interscambi sull'intero territorio e la conoscenza reciproca in modo da favorire l'instaurarsi di una convivenza duratura.

Le attività dei volontari prevedono, per due di loro, di migliorare la convivenza negli alloggio ATAS Onlus attraverso azioni di accompagnamento sociale all'abitare, ascolto e conoscenza reciproca, organizzazione di attività di interscambi positivi tra gli ospiti, conoscenza reciproca tra questi e la comunità lacale, comunicazione per far conoscere le potenzialità di una società multiculturale; per un'altro volontario di favorire una coabitazione positiva in carcere attraverso ascolto e sviluppo di relazioni positive con i famigliari dei detenuti, azioni a favore dello sviluppo di interscambi positivi tra il personale del carcere e i familiari dei detenuti, attività di socializzazione tra i detenuti del carcere, azioni di sensibilizzazione al fine di far conoscere alla comunità locale le problematiche legate alla situazione detentiva, attività di coordinamento tra gli enti e i volontari della Conferenza Regionale Volontari Giustizia

Possono partecipare al progetto:

  • i cittadini italiani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non compiuto il ventottesimo anno di età;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti ovvero per delitti riguardanti l'appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata.

  • I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.
    È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile. La domanda deve essere indirizzata ad ATAS onlus e pervenire entro e non oltre le ore 14.00 del 4 novembre 2013.

    Per maggiori informazioni di carettare generale sul servizio civile nazionale consulta la pagina internet:
    http://www.serviziocivile.it/News/SchedaNews.aspx?idNews=207040&Section=31&smartCommand=show

    Per questioni e richieste relative al progetto di ATAS Onlus contattaci direttamente via mail (valentina.iseppi@atas.tn.it) o telefonicamente 0461/263330.



    Leggi la sintesi del progetto:
    Sintesi del progetto.


    Servizio Civile Provinciale
    “1 anno per es.ser.ci”

    Ulisse: viaggio in una società multiculturale






    Giovani coinvolti: Giovani coinvolti: Martina Zandonai, Linda Bertoncelli, Ana Lucia Aroca Pulido.



    Graduatoria dei giovani valutati idonei per il progetto - gennaio 2014-dicembre 2014
    (Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)


    COGNOME NOME PUNTEGGIO FINALE IDONEO/A SELEZIONATO/A
    GABRIELLI Eleonora 55,3 SI SI
    CONSOLI Corrado 54,8 SI SI
    CARACRISTI Alfredo 51,3 SI SI
    PEGORETTI Daniela 51 SI NO
    SPINELLA Javier 50,7 SI NO
    FISTORAL Deborah 50,5 SI NO
    ANDREATTA Tatiana 47,9 SI NO
    CANGIULLI Ilaria 47,7 SI NO
    RIZZO Cristina 47,6 SI NO
    BONA Marzia 47,2 SI NO
    OTTOMANO Paola 45,1 SI NO
    STENICO Francesca 44,6 SI NO
    PLANCHEL Milena 43 SI NO
    HASANAJ Donika 42,2 SI NO
    BEBER Martina 42,1 SI NO
    LIVIERI Elena 42 SI NO


    Bando



    Vuoi metterti in gioco? Stai cercando un'esperienza di cittadinanza attiva e responsabile? Vuoi conoscere meglio il ricco scenario delle migrazioni e anche molto di più?

    Dal 1° agosto ed entro le ore 14.00 del 10 settembre 2012 è possibile presentare la domanda di partecipazione al progetto di servizio civile Provinciale "un anno per Es.Ser.Ci." “ULISSE: viaggio in una società multiculturale”.

    Il progetto intende da un lato facilitare il processo di integrazione della popolazione straniera e di inclusione sociale di soggetti vulnerabili (richiedenti asilo, senza dimora, genitori separati, mamme sole con bambini), dall'altro rafforzare le attività di comunicazione dell'associazione come strumento per promuovere le potenzialità di una società multiculturale.

    Per qualsiasi dubbio e quesito circa il progetto puoi contattare: Valentina Iseppi, valentina.iseppi@atas.tn.it, 0461/ 0461/263330.

    Ti invitiamo inoltre a consultare la nostra pagina dedicata al servizio civile per avere maggiori informazioni circa il servizio civile in ATAS e le modalità di partecipazione. Clicca qui

    CHI PUÒ PARTECIPARE E COME?

    Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile. La domanda di partecipazione deve essere presentata direttamente ad ATAS entro le ore 14.00 del 10 settembre 2012.

    Possono partecipare ad "UN ANNO PER ES.SER.CI.":

    • i cittadini italiani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non compiuto il ventinovesimo anno di età;
    • gli stranieri in possesso di permesso di soggiorno valido o in fase di rinnovo e residenti in provincia di Trento da almeno due anni, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non compiuto il ventinovesimo anno di età.
    In entrambi i casi in possesso di tutti gli altri requisiti richiesti dal bando.

    I giovani non devono aver riportato condanne penali. Inoltre i requisiti di partecipazione devono essere posseduti, ad eccezione del limite di età, alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e mantenuti sino al termine del servizio.

    MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

    L'impegno orario è di 30 ore settimanali distribuite su 5 giorni. È previsto un compenso di 433,80 euro mensili.

    SE SEI ALLA RICERCA DI MAGGIORI INFORMAZIONI: NON ESITARE!

    Puoi fare riferimento all’Ufficio provinciale (via Gilli 3 Trento 0461 493100 - uff.serviziocivile@provincia.tn.it) per informazioni di natura generale.

    Per questioni e richieste più specifiche relative al progetto puoi fare riferimento direttamente ai nostri uffici contattandoci via mail (valentina.iseppi@atas.tn.it) o telefonicamente 0461/263330. Ti aspettiamo.

    Di seguito si riporta una sintesi del progetto e il modulo per presentare la domanda.

    Scarica la sintesi del progetto

    Scarica il modulo per la domanda



    Servizio Civile Provinciale “1 anno per es.ser.ci”
    “Il pianerottolo della discordia: azioni di comunicazione e di mediazione sociale per l'integrazione socio – abitativa dei migranti”






    Giovani coinvolti: Giovani coinvolti: Rosina Cavallo, Federico Vitti, Elena Bresolin.



    Graduatoria dei volontari valutati idonei per il progetto Il pianerottolo della discordia - novembre 2011-ottobre 2012
    (Fatte salve le verifiche di competenza dell'ufficio Servizio civile)


    COGNOME NOME PUNTEGGIO FINALE IDONEO/A SELEZIONATO/A
    CAVALLO Rosina 62,9 SI SI
    VITTI Federico 49,7 SI SI
    SETTEPANNELLA Sara 49,5 SI SI
    BRESOLIN Elena 48,6 SI NO
    AOUADI Samira 44,3 SI NO
    BERNARDIN Alice 44,2 SI NO
    MULINARI Jessica 41,1 SI NO
    LAKHAL Hanane 36,9 SI NO
    Bando



    Vuoi fare qualcosa per la tua comunità e guadagnare qualcosa?
    Investi 1 anno in ATAS onlus con il Servizio Civile Provinciale "1 ANNO PER ES.SER.CI."
    IL PIANEROTTOLO DELLA DISCORDIA: azioni di comunicazione e di mediazione sociale per l'integrazione socio- abitativa dei migranti.

    L'Associazione Trentina Accoglienza Stranieri – ATAS Onlus, che gestisce servizi abitativi, formativi, informativi, di orientamento e progetti per i cittadini immigrati offre la possibilità di svolgere un anno di servizio civile ai giovani italiani e ai giovani stranieri tra i 18 e i 28 anni.
    L'Associazione ha proposto il progetto dal titolo “IL PIANEROTTOLO DELLA DISCORDIA: azioni di comunicazione e di mediazione sociale per l'integrazione socio- abitativa dei migranti” che prevede l'avvio di 3 volontari in servizio civile.

    Possono presentare domanda di ammissione al servizio civile i ragazzi che sono in possesso:

    • non hai riportato condanne penali cittadinanza italiana
    • cittadinanza straniera, ma con due anni di residenza in Provincia di Trento
    • in età compresa tra i 18 ed i 28 anni
    • del godimento dei diritti civili e politici.

    Questi requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e, ad eccezione dell’età, mantenuti sino al termine del servizio.

    Il progetto ha durata di 12 mesi con un impegno di 30 ore settimanali. I volontari ricevono un rimborso mensile di 433,80 euro.

    La domanda deve essere presentata direttamente all’ente, entro le ore 14 del 21 ottobre 2011. Le informazioni circa il progetto, le attività dell’ente, la modulistica necessaria per presentare domanda è anche disponibile presso la sede dell’Associazione Trentina Accoglienza Stranieri onlus, Via Madruzzo 21, Trento nei seguenti orari (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12) Tel. 0461/263330; e-mail: valentina.iseppi@atas.tn.it

    Leggi la sintesi del progetto:

    Scarica la sintesi del progetto


    Servizio Civile Provinciale - 6 mesi in più per es.ser.ci
    Casa e lavoro




    Tutti i colori del lavoro – Tiziana Zandanel

    Ho voluto prolungare il mio impegno di servizio civile per continuare il percorso che avevo iniziato nel corso del mio anno in ATAS Onlus, durante il quale mi sono occupata principalmente dell'accompagnamento degli stranieri all'inserimento lavorativo, problema particolarmente difficile per l'utenza di ATAS Onlus per le difficoltà legate alla lingua, alla scarsa conoscenza dei servizi e del mercato del lavoro italiano.

    Il progetto "Tutti i colori del lavoro" per i miei "6 mesi in più per ES.SER.CI." intende contribuire a fronteggiare queste difficoltà, sviluppando gli interventi di accompagnamento in cui ascoltare le esigenze ed aspirazioni di una persona, poterla consigliare ed aiutare nella corretta valutazione del proprio cv ed interpretazione delle offerte di lavoro, e, parallelamente, promuovendo una rete di collaborazione con gli enti e servizi del territorio al fine di creare delle sinergie positive per l'inserimento lavorativo.


    Nuovi trentini in cerca di casa – Silvia Panizza

    Il progetto per i miei “6 mesi in più per ES.SER.CI.” si chiama “Nuovi Trentini cercano casa”: il suo obiettivo principale è quello di favorire l'accesso all'alloggio da parte dei migranti. Nel corso del mio anno di servizio civile ho infatti potuto constatare quanto sia difficile per singoli e famiglie straniere trovare un alloggio sul mercato privato, e i motivi sono vari: la mancanza di reti di conoscenze che facciano da sostegno, la necessità di un impegno economico spesso oltre le possibilità, ma anche la diffidenza da parte della comunità ospitante.

    Per questo, attraverso la pubblicizzazione degli alloggi di ATAS Onlus presso la comunità straniera, il consolidamento delle relazioni già esistenti con enti e servizi del territorio, la creazione ex novo di collaborazione con enti (soprattutto privati) che si occupano del mercato immobiliare, il progetto vuole provare a fornire un sostegno più strutturato ed un accompagnamento ai singoli e alle famiglie straniere ospiti presso ATAS Onlus, che sono alla ricerca di una casa in Trentino.


    TESTIMONIANZE DI GIOVANI CHE HANNO SVOLTO IL SERVIZIO CIVILE IN ATAS ONLUS

    Alla scoperta di sé e degli altri

    Non è facile trovare le parole per raccontare quest'anno di servizio civile: quali parole usare per suscitare interesse e coinvolgimento nelle persone e - perché no – convincerle a provare?

    Nel mio caso, qualche anno è arrivata la decisione di fare il servizio civile senza sapere né quando l'avrei fatto né a quale progetto avrei aderito. Sapevo di voler dedicare un anno a me stessa e alla scoperta di altri mondi.

    Successivamente è arrivato il momento della scelta del progetto. Quando ho letto la proposta di ATAS, ho pensato che l'immigrazione potesse essere il settore giusto per incontrare miriadi di altri mondi.

    E davvero, quest'anno mi ha permesso di aprire gli occhi su storie che ci passano accanto senza che davvero ne vediamo lo spessore, sulle possibilità (spesso non sfruttate) di lasciarci coinvolgere nella conoscenza delle persone e delle loro storie, su un mondo professionale con il quale non avevo mai avuto a che fare.

    Far parte di un'associazione che lavora con i migranti in un momento storico come quello odierno (gli sbarchi lampedusani sono stati uno degli argomenti più caldi) ha dato un valore profondo a quest'esperienza, perché ho osservato il “dietro le quinte” dell'evolversi di una situazione complessa, spesso strumentalizzata e banalizzata.

    Il mio servizio civile è stato soprattutto incontro con chi lavora in ATAS, con chi in ATAS viene per chiedere aiuto o consiglio, con i ragazzi volontari, con le persone conosciute in Togo attraverso “ESSERCI nel mondo”. Ha rappresentato poi Incontro anche con chi ha opinioni molto diverse dalle mie, perché – quando ti senti coinvolto – è inevitabile portare la propria esperienza anche fuori dall'ufficio, fuori dagli alloggi. E questo confronto, così come lo scontro concreto con i propri limiti, è ciò che ha reso ancor più arricchente quest'anno.

    Ma un anno non si può raccontare in poche parole... per capire davvero non resta che provare!!

    Silvia

    Mettersi in gioco

    Ho deciso di svolgere un anno di Servizio civile per due motivi: da un lato esso mi avrebbe dato una stabilità professionale lunga un anno, e dall'altro avrei avuto modo di mettermi in gioco, di riflettere sulla mia personalità, di sperimentare il mio mondo interiore attraverso il rapporto con l'altro. E cosi, in parte, è stato.

    Al termine di questa esperienza posso dire che le mie aspettative sono state soddisfatte. Ho avuto la fortuna di potermi sentire utile nell'aiutare persone bisognose, dagli stranieri giunti da poco in Italia che devono orientarsi tra i servizi della città, ai profughi fuggiti da guerre e repressioni. Un arricchimento impagabile.

    Tiziana


    ARCHIVIO PROGETTI CONCLUSI

    Anno 2010/2011
    Servizio Civile Nazionale - MigrAbitare: incontri di comunità

    Anno 2009/2010
    Servizio Civile Nazionale - Migr-Azioni: promuovere l'integrazione degli stranieri

    Anno 2010
    Servizio Civile Provinciale "2 mesi per es.ser.ci" - Migra-Azioni: promuovere l'integrazione degli stranieri

    Anno 2008/2009
    Servizio Civile Nazionale- ATASNET: il mondo dell'immigrazione in rete

    Anno 2009
    Servizio Civile Provinciale "2 mesi per es.ser.ci" - ATASNET: Il mondo dell'immigrazione in rete

    Anno 2007/2008
    Servizio Civile Nazionale - KNOSIS: una rete nel mondo dell’immigrazione

    Anno 2006/2007
    Servizio Civile Nazionale - Dialogando assieme al mondo dell’immigrazione per crescere e migliorarsi



    Per maggiori informazioni visita il sito del servizio civile nazionale e del servizio civile provinciale.